Comunicazione

Virtual Museum of the Port of Venice

Il Cliente

REMEMBER, acrononimo di “REstoring the MEmory of Adriatic ports sites. Maritime culture to foster Balanced tERritorial growth”, è finanziato dal programma di cooperazione europeo Italia-Croazia.
Italia e Croazia unite per “ricordare” il valore del patrimonio culturale tangibile e intangibile legato alla relazione col mare, per far riscoprire la portualità come risorsa che nei secoli ha generato ricchezza economica, culturale e artistica.

Con la creazione di una rete di 8 musei virtuali, Venezia, Trieste, Ravenna, Ancona, Rijeka, Zadar, Split e Dubrovnik, disseminati lungo l’arco costiero e la firma di un Memorandum per la costituzione di una “Rete Culturale dei Porti Adriatici” si vuole rivalutare con una chiave di lettura diversa il patrimonio culturale marittimo-portuale del bacino Adriatico.

I musei virtuali contribuiranno a preservare e incrementare la conoscenza del ruolo della relazione con il mare nello sviluppo di tradizioni, professioni, arti e più in generale cultura delle città-porto adriatiche, i cui cittadini e visitatori potranno accedere a documenti, immagini, racconti e monumenti che danno testimonianza di tale patrimonio attraverso il supporto di strumenti multimediali che consentiranno un’esperienza virtuale.

Il Progetto

Per la conferenza di presentazione del progetto, tenutasi a novembre del 2020, l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale ha presentato un video emozionale allo scopo di anticipare il concept e alcuni contenuti e tecnologie che coinvolgeranno il progetto del Museo Virtuale del Porto di Venezia, inaugurato nel 2021.
Durante la conferenza online “Cultural heritage as a driver of port cities’ sustainable development” è stato presentato il progetto REMEMBER che coinvolge i porti di Venezia, Trieste, Ravenna, Ancona, Rijeka, Zadar, Split e Dubrovnik.
Un progetto Europeo che ha lo scopo di ‘Ripristinare la memoria dei porti dell’Adriatico’.

La produzione

Per la realizzazione del video emozionale del Museo Virtuale del Porto di Venezia, ci siamo concentrati sul rapporto che la città lagunare ha, dalla sua fondazione, con l’acqua. ‘Venezia città Porto’ è stato il concept della narrazione, partendo dai luoghi storici che ancora oggi sono testimonianza di avanguardia tecnica e capacità ingegneristiche e che fin dalla nascita Venezia ha tradotto nella capacità di costruzione di navi per la conquista dei mari.
Creando relazioni tra passato e del presente, il video mostra alcuni dei luoghi della cantieristica, dall’Arsenale a Fincantieri, il fascino della movimentazione di grandi carichi, dalle Colonne di San Marco e la quadriglia issata nella facciata della Basilica di San Marco fino ad arrivare ai grandi carichi che vengono movimentati nelle banchine del Porto di Venezia e Chioggia. La conservazione delle merci, negli storici Magazzini del Sale un tempo e che continua ancora oggi ed è uno dei fattori che rende il Porto di Venezia a tutt’oggi leader nell’Adriatico. Luoghi, tecniche, documenti storici e percorsi saranno protagonisti del prossimo Museo Virtuale del Porto di Venezia che grazie alle tecnologie digitali e ai device a portata di mano, potranno essere fruiti e condivisi. Il Porto di Venezia si prepara così a disegnare una nuova rotta, questa volta tutta digitale.